La crisi che sta colpendo la Grecia da ormai tre anni ha in realtà origini profonde radicate nelle istituzioni e nelle caratteristiche del paese. Come si sta intervenendo su questa situazione, chiaramente insostenibile?

Signor Presidente,

il Movimento Federalista Europeo ha apprezzato l’azione del Governo per risanare le finanze pubbliche e riconquistare la fiducia dei mercati. Ritiene tuttavia che questa azione non sia sufficiente se il Governo non promuoverà contemporaneamente in seno all’Eurozona l’immediata attivazione di un Piano europeo di sviluppo ecologicamente e socialmente sostenibile, finanziato con risorse proprie e un aumento significativo del bilancio europeo con imposte europee (come quella sulle transazioni finanziarie e quella sull’emissione di CO2) e con l’emissione di euroobbligazioni per investimenti (euro project bonds).

Editoriale

La crisi che sta colpendo l’Italia è una crisi nazionale nella misura in cui fa emergere tutte le debolezze e i ritardi di un paese che è giunto alla fine degli anni Ottanta già indebolito da specifiche fragilità. Ma la crisi al tempo stesso è anche europea e occidentale.

La Cancelliera Angela Merkel, intervenendo al congresso della CDU, ha affermato che il compito dell’attuale generazione di politici è quello di completare l’Unione economica e monetaria e di creare, passo dopo passo, l’unione politica.

Sta a noi europei saper trasformare la crisi drammatica che ci sta attanagliando nella grande opportunità di creare finalmente lo Stato federale europeo: a partire dai paesi dell’Eurozona.

Occorre fare un salto di qualità a livello europeo e smettere di pensare che si possa uscire dalla crisi con politiche nazionali e senza solidarietà reciproca.

Joschka Fischer è stato ministro degli Esteri della Germania e vice-Cancelliere dal 1998 al 2005, e ha guidato il partito dei Verdi tedeschi per quasi vent’anni.
Queste citazioni sono tratte da un articolo apparso sui principali giornali europei nell’ottobre 2011, reperibile presso http:// www.projectsyndicate.org/commentary/ fischer67/English.

Per affrontare la crisi serve più democrazia a livello europeo: una federazione europea a partire dai paesi dell’Eurogruppo!

Editoriale

L’ Italia sta attraversando una delle fasi più difficili della sua storia. Fattori strutturali, gravi, di debolezza interna si accompagnano ad un quadro internazionale che vede tutto l’Occidente, e l’Europa in particolare, in grave difficoltà. E’ impensabile pertanto che la soluzione ai problemi del nostro paese possa essere ricercata esclusivamente sul piano nazionale.

Informazioni aggiuntive